Categorie
Cheung Chi Meditation

5 Chi Meditation (CCM)

5° PARTE – VIDEO MEDITAZIONE

  Assumere una posizione seduta o in piedi. 

Il momento migliore per meditare è la mattina presto, poco dopo il risveglio. Se questo non è pratico o scomodo, selezionare un orario il più vicino possibile alla vostra ora di risveglio e sempre
Selezionare un luogo tranquillo in cui non siate disturbati. Assumere una posizione seduta rilassata, con le gambe incrociate o distese. Tenete presente che il rilassamento è una questione di sforzo con l’intenzione. È importante ricordare che il Chi non può fluire attraverso un muscolo teso, annodato o un’articolazione bloccata. Né può fluire attraverso un polso zoppo o una pancia flaccida. Il vero relax è spesso paragonato all’acqua: morbida, elastica, viva e potente! Chiudere gli occhi e, mentre si mantiene questa posizione, toccare delicatamente la cresta anteriore del palato con la punta della lingua, collegando i meridiani del tronco anteriore e posteriore. Mentre inspirate, immaginate che il vostro respiro entri nel naso, si insinui sopra la testa, viaggi lungo la spina dorsale, sotto l’inguine, e poi continui sulla linea mediana anteriore del corpo fino al naso dove viene espulso.

  1. Come prima cosa dopo il saluto andiamo ad attivare i punti finali dei meridiani toccando i polpastrelli delle dita così che il “chi” fluisca meglio nel nostro corpo.
  2. Tenete le mani tese davanti al petto come se abbracciassero una palla da spiaggia, e allineare le punte delle dita in modo che siano rivolte l’una verso l’altra e tenuto un centimetro di distanza l’una dall’altra. Eseguite 8/10 respiri a pieni polmoni.
  3. Mettete le mani all’interno delle cosce, con i palmi rivolti verso l’alto. Anche in questo caso, allineare le punte delle dita in modo che siano inclinate l’una rispetto all’altra e tenute separate di circa un centimetro. Eseguite 8/10 respiri a pieni polmoni.
  4. Posizionare il braccio destro orizzontalmente a mezzo metro di distanza dal vostro petto con il palmo rivolto verso il basso. Posizionare la mano sinistra sull’anca sinistra, il palmo verso l’alto e in allineamento diretto con il palmo aperto della mano destra. Questa posizione può essere eseguita anche sul lato opposto, mettendo il braccio sinistro sul petto e la mano destra sull’anca destra. Eseguite 8/10 respiri a pieni polmoni.
  5. Dopo aver completato questi otto respiri, strofinare delicatamente i palmi delle mani insieme per scartare l’energia in eccesso. Noterete che i vostri palmi sono più caldi.

 Come si diventa più abili in questa meditazione di base, aumentare il numero di respiri a dieci, dodici, poi il numero che si desidera. 
Se in questi esercizi avete riscontrato una reazione negativa, come un impulso accelerato, una respirazione accelerata, o vi siete affievoliti, non andate oltre gli otto respiri. Potreste aver avuto una reazione negativa temporanea dal vostro subconscio, che a volte funziona contro di voi quando la vostra energia è in bilico.
Non è raro sentirsi irritabili dopo le prime meditazioni perché si espelle il Chi stagnante.
Ritorna il giorno dopo allo stesso esercizio e continua ogni giorno fino a quando non ti senti a tuo agio con otto respiri così potrai aggiungerne altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *