Lettera 5

* LA QUINTA LETTERA DI BRUCE LEE *

5 – DATATA ILLEGGIBILE ( SI PRESUPPONE 1971 ) DA LOS ANGELES, CALIFORNIA.

Caro William, è effettivamente stata una sorpresa avere tue notizie. Mi dispiace sapere del tuo lavoro all’Ufficio Statistiche, spero che avrai miglior fortuna con il tuo prossimo impiego. Sono sicuro che ne otterrai un altro di gran lunga migliore molto presto. Riguardo al tuo amico Sunny Ho, ho paura che senza i documenti adatti ( necessari per ottenere lavoro ) farà ben poca strada. Inoltre, il fatto che Boston sia lontana migliaia di chilometri da qui, non mi rende possibile aiutarlo. Immagino che tu non sappia che due anni fa ho chiuso le mie tre scuole per concentrarmi sulla mia attività recitativa. Impari un sacco durante l’insegnamento; comunque, guardare non è abbastanza, devi applicarti. Sapere non è sufficiente, devi agire. Quindi sono di nuovo qui a godermi il mio addestramento e a dare occasionalmente delle lezioni private. Ad ogni modo, questo autunno girerò un film, ” The Silent Flute ” per la Warner Bros. E’ basato sulle arti marziali ed uscirà nel ’72. Ti dovrebbe piacere. Io stesso ho scritto la trama. La sceneggiatura è un lavoro di squadra, diretto da Sterling Silliphant ( ” In the heart of the Night ” ), uno dei più grandi di Hollywood. Per chiudere, lasciami esprimerti ancora una volta i miei migliori auguri e che il tuo viaggio possa essere il più armonioso possibile. Calorosi saluti, Bruce.

Risposi a questa lettera subito incoraggiandolo e lodandolo per i suoi traguardi. Mi trasferii dal Dipartimento della Dogana a quello di Economia e Statistica, perchè stavo conducendo uno studio part-time in quella materia. Comunque, non ero proprio felice del mio nuovo lavoro perchè era troppo burocratico e conteneva molta politica insignificante. Sunny Ho era un nome che usavo per un amico chiamato Kenneth, che capitò a Boston senza i documenti adatti. Avevo chiesto a Bruce se poteva aiutarlo. La morte traumatica di Sunny Ho fu una tragedia che nè io nè Bruce avremmo mai dimenticato. Nel 1958 la sorella di Sunny cadde nelle mani delle bande della Triade. Fu portata a Macao e costretta a lavorare per le gangs locali. Sunny venne da noi per chiedere aiuto. Noi contattammo le Triadi per organizzare un incontro nella periferia dell’isola di Hong Kong. Non potevamo sapere che ci era stata preparata una trappola. Mentre salivamo la buia scalinata verso il sole di mezzogiorno venimmo accecati dalla luce. Sunny salì nel modo sbagliato quando la triade ci saltò addosso. Una spada da samurai gli staccò il braccio. Lo raccolsi con una mano mentre con l’altra lo portavo via per sfuggire al massacro ma Sunny morì dissanguato. Bruce chiuse le sue scuole nel 1970, ma il suo amore rimasero sempre le arti marziali.